IMA ZERO

La sostenibilità ha sempre rappresentato uno dei valori fondamentali secondo cui IMA opera, pubblicando ogni anno un report di sostenibilità che include sia i progetti già attivi, sia quelli in via di sviluppo.

L’obiettivo principale del Gruppo è quello di minimizzare il proprio impatto ambientale nell’ambito dell’industria manifatturiera, creando e promuovendo un habitat di lavoro e di vita che metta sempre le persone e la biodiversità al centro.

Nel 2019, questo impegno nei confronti dello sviluppo sostenibile si è evoluto nel progetto IMA ZERO, che rappresenta la promessa del Gruppo di creare prodotti, sviluppare processi produttivi e servizi concependoli con una rinnovata logica di sostenibilità, con la consapevolezza che il nostro impegno di oggi contribuirà a formare il mondo di domani.

Il progetto si declina in 4 programmi principali:

•LOW (Low-Impact Program) si riferisce a tutte le azioni ed iniziative del Gruppo volte a diminuire il proprio impatto ambientale attraverso la riduzione di emissioni, sprechi, consumo di acqua ed energia, preservando le risorse naturali.

•NOP (No-Plastic Program) promuove l’utilizzo di materiali ecosostenibili in ottica di una riduzione graduale della plastica nel packaging prodotto dalle macchine IMA.

A tal proposito, IMA OPENLab gioca un ruolo fondamentale: la rete di laboratori tecnologici ed aree test si dedica alla ricerca di materiali, tecnologie e processi di ottimizzazione della produzione sostenibili. In particolare, OPENLab vanta 4 siti operativi: a Bologna, Lugano (CH), Arezzo (IT) e Lowell (AR – USA).

Insieme ai suoi partner, i laboratori ricercano, testano e analizzano materiali plastic-free, compostabili o biodegradabili, a base di plastica riciclabile e/o più sostenibili, attraverso la ricerca e la sperimentazione di processi alternativi che portano alla realizzazione di packaging più sostenibili.

In questi anni sono state analizzate più di 4.000 strutture di film, sono stati testati più di 400 materiali e, in generale, i laboratori esaminano più di 1.000 campioni all’anno.

•E-MOB (Sustainable Mobility Program) include i progetti del Gruppo riguardanti la mobilità sostenibile ed elettrica, tra cui l’implementazione di stazioni di ricarica elettrica in tutti gli stabilimenti IMA, al fine di permettere la ricarica delle macchine ibride ed elettriche durante l’orario di lavoro.

Il maggior investimento dell’azienda riguarda l’acquisizione di IMA AUTOMATION ATOP, un’eccellenza italiana in ambito delle linee di produzione per la realizzazione di motori elettrici di trazione, supportata dalla più recente acquisizione di IMA AUTOMATION FASP che completa il portfolio di soluzioni high-tech che IMA è in grado di fornire.

•YOU (Human-Centric Program) riguarda l’impegno del Gruppo nel mettere le persone al centro di ogni attività, promuovendo diversi progetti legati alle pari opportunità, all’inclusione, all’integrazione, allo sviluppo professionale e a tutto ciò che possa migliorare le condizioni lavorative e personali.

I progetti di IMA ZERO vengono implementati continuamente, con l’obiettivo di trovare un equilibrio tra il bisogno di produrre e generare ricchezza condivisa per ridurre le disuguaglianze, e la necessità di preservare il Pianeta in cui viviamo, combattendo il cambiamento climatico e riducendo l’impatto ambientale.

ima.it

Articoli Correlati

Riccardo Cavanna confermato Presidente di Ucima

L’Associazione dei costruttori di tecnologie per il packaging ha rieletto il Presidente uscente per il biennio 2024-2026 Riccardo Cavanna è stato confermato come Presidente di Ucima (Associazione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il Confezionamento e l’Imballaggio) per il biennio 2024-2026. Lo ha sancito all’unanimità l’annuale Assemblea Generale dei Soci, svoltasi stamattina a Baggiovara di Modena,

BEST PACKAGING 2024: PROCLAMATI I VINCITORI

Lo spazio Archivolto a Milano, nella mattinata odierna, ha ospitato la cerimonia di premiazione dei 10 Best packaging del 2024. A presentare l’evento la conduttrice Natasha Stefanenko, che ha intervistato, in apertura, La presidente dell’Istituto Italiano Imballaggio Alessandra Fazio, la neo direttrice di Conai Simona Fontana, l’amministratore delegato di Ipack-Ima Simone Castelli e il presidente

Soluzioni di film riciclabili per buste stand-up con beccucci

Le buste stand-up con beccucci sono pratiche, stabili, richiudibili e adatte per alimenti liquidi o pastosi come le puree di frutta. Per la produzione interna di buste, SÜDPACK offre ora una soluzione di film certificata riciclabile che è adatta anche per il riempimento a caldo e la pastorizzazione. Ad Anuga FoodTec allo stand B-028 nella