Come contenere i rischi legati al confezionamento degli alimenti

Nell’industria alimentare è prassi sottoporre i prodotti a diversi controlli per garantire il rispetto dei requisiti fisici, chimici e microbiologici.


Con il tempo, proprio questa necessità di tutelare i prodotti da potenziali rischi e pericoli ha portato allo sviluppo di sistemi di conservazione sempre più efficaci.

Vediamo insieme nell’articolo quali sono i potenziali rischi e come contenerli.

Confezionamento alimentare: elemento essenziale nella lavorazione alimentare

Il confezionamento è una procedura indispensabile nella lavorazione degli alimenti:

  • permette di commercializzare il prodotto
  • garantisce la sicurezza degli alimenti nelle fasi finali della supply chain, dal trasporto alla vendita
  • riduce il rischio di contaminazione da agenti esterni attraverso l’uso di imballaggi specifici

Tra i rischi legati alla fase di confezionamento, uno dei più diffusi è la presenza di contaminanti negli alimenti.

Nonostante le procedure di controllo qualità e sicurezza siano piuttosto rigide per rispondere alle normative nazionali e internazionali, alcuni elementi possono sfuggire anche ai controlli più precisi.

Il più delle volte ogni operazione di verifica è condotta in modo impeccabile; tuttavia, l’errore umano o una piccola disattenzione possono portare a conseguenze anche gravi.

La contaminazione del prodotto durante il confezionamento può essere riconducibile a tre cause:

•          la rottura di un componente di uno dei macchinari utilizzati

•          lo sfaldamento in frammenti del packaging

•          un difetto già presente nel prodotto alimentare

Inoltre, è bene ricordare che la confezione dell’alimento deve essere conforme a quanto riportato sul packaging stesso.

I materiali e le caratteristiche del packaging devono poi mantenersi inalterati durante ognuna delle seguenti fasi.

Contenimento

La confezione deve assicurare la preservazione della struttura – liquida o solida – dell’alimento e l’imballaggio deve essere conforme al suo contenuto.

Conservazione

La confezione deve garantire il mantenimento delle proprietà dell’alimento, lasciandole invariate fino all’apertura del prodotto.

I materiali impiegati per la conservazione devono rispondere a standard normativi e di qualità per garantire:

•          l’assenza di sostanze pericolose

•          l’impossibilità di interferire con l’alimento confezionato

•          l’incapacità di alterare gusto, forma e odore del prodotto

Nel caso di tecniche di conservazione come il congelamento e la pastorizzazione, l’obiettivo dell’imballaggio è garantire continuità ai processi.

Commercializzazione

La confezione è un vero e proprio strumento di vendita che riporta le informazioni relative al consumo, i termini di scadenza, gli allergeni, il sito produttivo ecc.

La mancanza o l’indicazione non corretta di alcuni dati possono addirittura interrompere il processo di commercializzazione del prodotto.

Quali sono le soluzioni più efficaci per proteggere il marchio e i consumatori?

È indispensabile affidarsi a strumenti di controllo innovativi, in grado di operare su grandi numeri e non solo sui singoli campioni.

Tra i sistemi più efficaci troviamo i Metal Detector, adatti ad esempio per ispezioni di macinati, pasta e pane.

Questi strumenti sono in grado di rilevare la presenza di contaminanti metallici e, grazie alla tecnologia a frequenza variabile, possono intercettare anche i contaminanti più piccoli.

I sistemi di ispezione a Raggi X per l’industria del packaging sono sviluppati per offrire il massimo controllo attraverso tecnologie integrate. Oltre ad adattarsi a diversi tipi di confezione, consentono una verifica simultanea di:

  • contaminanti come ossa, gomme, ceramica e vetro
  • forma del prodotto
  • riempimento corretto del packaging

Oltre ai Metal Detector per alimenti e ai Raggi X, tra le soluzioni più indicate per il settore food troviamo le selezionatrici ponderali che, attraverso una verifica del peso degli alimenti confezionati, rendono il controllo più efficace, veloce e completo.

Come abbiamo visto, esistono diversi rischi legati al confezionamento nell’industria alimentare.

Tutelare i propri prodotti è fondamentale per garantire la sicurezza dei consumatori e l’autorevolezza del brand. Infatti, qualora fosse riscontrata una non conformità, si incorrerebbe nell’immediato ritiro del lotto dal mercato.

Articoli Correlati

SONDAGGIO All4Pack Emballage Paris

l’evoluzione dei materiali per imballaggi dal punto di vista degli operatori Salone internazionale precursore per tutte le soluzioni di packaging sostenibile e dell’intralogistica, ALL4PACK vuole essere una fonte d’ispirazione per supportare tutti gli attori del settore di fronte alle sfide presenti e future. In questa prospettiva, il salone si contraddistingue decodificando le evoluzioni del mercato

FACHPACK 2022: A Norimberga col tema “Transition in Packaging” si parlerà dei temi attualissimi di sostenibilità del packaging, packaging nell’e-commerce e crescente digitalizzazione.

Dal 27 al 29 settembre 2022 il settore del packaging torna a riunirsi a FACHPACK, la fiera europea del packaging, delle tecnologie e dei processi, affiancata da un ampio programma di supporto di conferenze e aree speciali. Oltre 1.100 espositori (rispetto ai 789 del 2021) si incontreranno nel centro fieristico di Norimberga per presentare prodotti,

Maspe diventa CARTESIO Packaging, Gruppo Cavanna

Il gruppo di Prato Sesia NO, leader nelle soluzioni chiavi in mano di packaging primario e secondario, ha definito nei giorni scorsi l’affitto d’azienda della Maspe SpA di Pianezza TO. L’operazione è stata portata a termine tramite la newco CARTESIO Packaging Srl, 100% partecipata del Gruppo Cavanna, nome che dal 2005 caratterizza la Divisione Cartoning