Maspe diventa CARTESIO Packaging, Gruppo Cavanna

Il gruppo di Prato Sesia NO, leader nelle soluzioni chiavi in mano di packaging primario e secondario, ha definito nei giorni scorsi l’affitto d’azienda della Maspe SpA di Pianezza TO.

L’operazione è stata portata a termine tramite la newco CARTESIO Packaging Srl, 100% partecipata del Gruppo Cavanna, nome che dal 2005 caratterizza la Divisione Cartoning & Casepacking del gruppo.

Con un fatturato di 6M€ e 450 linee installate in 15 paesi, Maspe disegna e produce da 35 anni soluzioni di packaging secondario ad alto livello di specializzazione (wraparound, cartoning casepacking, palletizing), expertise che ne ha fatto, sin dalla fondazione, un fornitore di riferimento di aziende leader del mercato Confectionery, nonché una presenza crescente in diversi altri settori industriali (Bakery, Dairy, Grocery, Personal Care, …).

In difficoltà a seguito dei recenti eventi economici mondiali, Maspe, dovendo interrompere la sua attività, ha trovato nel gruppo Cavanna l’interlocutore più risoluto a volerne tutelare attività e risorse tecniche e produttive di eccellenza. La proprietà del Gruppo Cavanna, infatti, ha confermato la volontà di salvaguardare tutti i 27 lavoratori dell’organico aziendale.

Una scelta che evidenzia una volta ancora l’attaccamento del Gruppo Cavanna alle risorse, altamente specializzate, del territorio manufatturiero piemontese. Come sottolinea Riccardo Cavanna (Chairman & Lead Strategist): “Non potevamo permettere che l’azienda cessasse le sue attività, rischiando di mettere in difficoltà clienti multinazionali e italiani, che sono spesso i nostri stessi clienti.

Abbiamo sentito una responsabilità verso di loro e verso i lavoratori dell’azienda, salvaguardando occupazione, continuità operativa e assistenza tecnica agli impianti esistenti.

Con i clienti stessi abbiamo lavorato per trovare le condizioni ottimali a realizzare il salvataggio e la ripartenza in continuità dell’azienda.”

Con un fatturato di 80M€ e un export del 90%, le soluzioni di packaging del gruppo Cavanna si rivolgono ai principali gruppi multinazionali e leader nazionali dei settori Food, Non-Food e Pharma di vari Paesi, buona parte dei quali ai primi posti della lista FORTUNE500.

Riccardo Ciambrone, CEO di Cavanna Group e amministratore unico di CARTESIO, precisa, infine, che:

“Diamo, innanzitutto, il benvenuto ai nuovi colleghi nel gruppo Cavanna e lavoriamo con loro affinché il processo di integrazione sia rapido ed efficiente. Il sito di Pianezza, si affiancherà agli altri del gruppo: Prato Sesia NO (Headquarters), Mappano TO, San Paolo (Brasile) e Duluth (USA), con un organico complessivo che sale così a 340 dipendenti, il 20% dei quali operativi nei siti esteri del gruppo. Confluiranno a Pianezza le soluzioni robotiche di movimentazione prodotto e inscatolamento (formatura, chiusura e wrap-around) sviluppate dagli stabilimenti del Gruppo.”

Articoli Correlati

SONDAGGIO All4Pack Emballage Paris

l’evoluzione dei materiali per imballaggi dal punto di vista degli operatori Salone internazionale precursore per tutte le soluzioni di packaging sostenibile e dell’intralogistica, ALL4PACK vuole essere una fonte d’ispirazione per supportare tutti gli attori del settore di fronte alle sfide presenti e future. In questa prospettiva, il salone si contraddistingue decodificando le evoluzioni del mercato

FACHPACK 2022: A Norimberga col tema “Transition in Packaging” si parlerà dei temi attualissimi di sostenibilità del packaging, packaging nell’e-commerce e crescente digitalizzazione.

Dal 27 al 29 settembre 2022 il settore del packaging torna a riunirsi a FACHPACK, la fiera europea del packaging, delle tecnologie e dei processi, affiancata da un ampio programma di supporto di conferenze e aree speciali. Oltre 1.100 espositori (rispetto ai 789 del 2021) si incontreranno nel centro fieristico di Norimberga per presentare prodotti,

Come contenere i rischi legati al confezionamento degli alimenti

Nell’industria alimentare è prassi sottoporre i prodotti a diversi controlli per garantire il rispetto dei requisiti fisici, chimici e microbiologici. Con il tempo, proprio questa necessità di tutelare i prodotti da potenziali rischi e pericoli ha portato allo sviluppo di sistemi di conservazione sempre più efficaci. Vediamo insieme nell’articolo quali sono i potenziali rischi e