BW Flexible systems riduce le sue emissioni di carbonio del 92% in Italia

Azienda di packaging certificata dall’operatore europeo della rete energetica per aver raggiunto il 100% di energia rinnovabile. BW Flexible Systems, una società di Barry-Wehmiller Packaging Systems, ha ridotto le emissioni di carbonio nei suoi stabilimenti italiani del 92% grazie a una partnership con E.ON, uno dei maggiori operatori europei di reti energetiche.

A partire dal 1° gennaio 2022, i due stabilimenti di produzione italiani dell’azienda di packaging flessibile -situati a Mestrino e Monte di Malo -sono ora alimentati al 100% da energia rinnovabile, come certificato da E.ON.

“La nostra partnership con E.ON è uno dei tanti miglioramenti alla sostenibilità che faremo per sostenere un’industria manifatturiera più verde in futuro”, ha detto Michele Allamprese, Vice Presidente, Europa, per BW Flexible Systems. “Oltre a ridurre il nostro impatto di CO2, questi miglioramenti della sostenibilità permetteranno ai nostri clienti di ridurre l’impatto ambientale delle loro catene di approvvigionamento per tutto il 2022 e oltre”.

In precedenza, gli stabilimenti italiani di BW Flexible Systems erano alimentati da un mix di fonti di energia tradizionale e verde. Sulla base dei dati certificati dal Ministero italiano della Transizione Ecologica e dall’Istituto Nazionale per la Protezione e la Ricerca Ambientale, BW Flexible Systems in Italia stima che cambiando la sua energia verso il 100% di fonti rinnovabili ridurrà le emissioni di carbonio di 252,61 tonnellate nel primo anno.

“Siamo estremamente soddisfatti della leadership dimostrata dai membri del nostro team e dai partner della catena di fornitura in Italia”, ha dichiarato Michelle Bryson, Global Sustainable Packaging Leader per tutte le società di BW Packaging Systems. “Questa è esattamente il tipo di iniziativa che cercheremo di emulare nell’ambito dell’intera organizzazione di BW Packaging Systems mentre continuiamo a sviluppare i nostri programmi di sostenibilità”.

Oltre a questo sforzo di riduzione dell’ impatto di carbonio, BW Packaging Systems ha recentemente annunciato una più ampia tabella di marcia per la sostenibilità che include un migliore utilizzo di materiali responsabili, riciclabilità, design efficiente del packaging, riduzione dei rifiuti e altro ancora.

Lo sviluppo del percorso per eseguire alcuni di questi piani potrebbe avvenire presso il Centro tecnico di eccellenza di BW Flexible Systems nel Regno Unito, tra le altre sedi di BW Packaging Systems che hanno lo spazio per collaborare con clienti e fornitori su soluzioni più sostenibili.

BW Flexible Systems crea soluzioni di packaging flessibile riunendo alcuni dei marchi più affidabili e innovativi del settore, come Hayssen, Thiele, Rose Forgrove, Sandiacre, Schib, Simionato, Symach e altri.

La sua gamma di macchinari include l’imballaggio form fill-seal, il flow-wrapping orizzontale, il riempimento e la pallettizzazione di sacchi e altro ancora.

BW Flexible Systems è una delle aziende Barry-Wehmiller rappresentate in BW Packaging Systems, che riunisce le capacità collettive di imballaggio di Accraply, BW Flexible Systems, BW Integrated Systems, Pneumatic Scale Angelus e Synerlink.

SCARICA QUI UNA COPIA GRATUITA DI PACKAGING INTERNATIONAL 1-2022

Articoli Correlati

SONDAGGIO All4Pack Emballage Paris

l’evoluzione dei materiali per imballaggi dal punto di vista degli operatori Salone internazionale precursore per tutte le soluzioni di packaging sostenibile e dell’intralogistica, ALL4PACK vuole essere una fonte d’ispirazione per supportare tutti gli attori del settore di fronte alle sfide presenti e future. In questa prospettiva, il salone si contraddistingue decodificando le evoluzioni del mercato

Maspe diventa CARTESIO Packaging, Gruppo Cavanna

Il gruppo di Prato Sesia NO, leader nelle soluzioni chiavi in mano di packaging primario e secondario, ha definito nei giorni scorsi l’affitto d’azienda della Maspe SpA di Pianezza TO. L’operazione è stata portata a termine tramite la newco CARTESIO Packaging Srl, 100% partecipata del Gruppo Cavanna, nome che dal 2005 caratterizza la Divisione Cartoning

La FLESSIBILITÀ rende liberi,
e migliora la PRODUTTIVITÀ

Flessibilità, uno dei concetti più ambiti e perseguiti dalle aziende soprattutto in ambito di tecnologia industriale. In realtà è uno degli aspetti fondamentali in qualsiasi settore e caratterizza fortemente l’imprinting della cultura industriale italiana, in ogni sua declinazione. Un esempio significativo lo troviamo nell’approccio che le sei aziende dello Smart Packaging Hub hanno nel progettare