SMART PACKAGING HUB

LO SPAZIO VIRTUALE ESCLUSIVO PER L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA E LA DIGITALIZZAZIONE NEL FOOD & amp; BEVANDA.

  1. Introduzione: che cos’è lo Smart Packaging Hub?
  2. Com’è nata l’iniziativa dello Smart Packaging Hub
  3. Lo Smart Packaging Hub in cifre
  4. I punti di forza dello Smart Packaging Hub
  5. Smart Packaging Hub: un supporto per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione

1. Introduzione – Che cos’è lo Smart Packaging Hub?

Lo Smart Packaging Hub è, prima di tutto, un punto di riferimento per tutti coloro che si occupano di packaging nel settore alimentare e delle bevande. È un luogo di incontro virtuale nel quale gli utilizzatori finali di macchine o linee automatiche per l’imballaggio possono confrontarsi con i costruttori per trovare risposte alle loro domande più complesse, relative a efficienza produttiva, flessibilità di configurazione, sicurezza e qualità prodotto, tracciabilità, calcolo del ROI, eco-sostenibilità e risparmio energetico.

L’Hub è, in pratica, uno spazio virtuale dove scoprire soluzioni concrete per affrontare le sfide della digitalizzazione e abbracciare in pieno un’innovazione tecnologica spinta, senza dover rinunciare alla flessibilità e alla competitività che oggi impone il mercato.

Lo Smart Packaging Hub è una finestra sul mondo del “Packaging Smart”: qui converge tutta la filiera dell’imballaggio per il food & beverage – dal primario al terziario – che oggi si sta orientando verso i nuovi orizzonti dell’Industria 4.0 e dell’Industrial Internet of Things, in base ai quali gli impianti devono essere costituiti da macchine sempre più intelligenti, ovvero iperconnesse e completamente responsive.

L’Hub, infine, è anche, e soprattutto, una piattaforma dove discutere con esperti di settore di progetti specifici e innovativi nel settore food & beverage e dove accedere a un esclusivo calendario di eventi tecnologici mirati.

Lo Smart Packaging Hub – dicono le aziende che ne fanno parte – potrebbe essere paragonato a un nuovo “motore di ricerca del food & beverage packaging”.

2. Com’è nata l’iniziativa dello Smart Packaging Hub

L’iniziativa dello Smart Packaging Hub è nata dall’idea di sette aziende che, dopo aver preso in esame l’attuale situazione di mercato e le difficoltà emergenti, ne hanno tratto nuova forza e nuove opportunità di business. Le sei aziende dell’Hub hanno trasformato l’impossibilità di incontrarsi fisicamente alle fiere di settore e le difficoltà di muoversi sul territorio nazionale e internazionale in una nuova occasione di incontro e confronto, incontrandosi nello spazio virtuale dello Smart Packaging Hub

L’idea dello Smart Packaging Hub, quindi, è nata per lanciare agli attori del mercato un messaggio forte di supporto e collaborazione e per mettere tutte le competenze tecnologiche disponibili al servizio degli utilizzatori finali nel comparto food & beverage. “Dato che, al momento, non possiamo sempre incontrarci fisicamente, creiamo allora una piattaforma digitale nella quale trasferire le nostre capacità tecnologiche specifiche e continuare a comunicare con gli end-user del settore e sostenerli concretamente nell’affrontare le sfide imposte dal mercato, intraprendendo insieme a loro nuovi percorsi di digitalizzazione di successo”, dicono le sei aziende dello Smart Packaging Hub.

3. Lo Smart Packaging Hub in cifre

Oggi l’Hub riunisce sette aziende: Baumer, Opem, Cama, Zacmi, Clevertech, Tosa. Questa piattaforma di incontro virtuale esprime una forza, un’eccellenza delle tecnologie automatizzate e digitali per il packaging alimentare e delle bevande, non solo per i volumi di mercato, i valori di export e la forza lavoro impiegata, ma anche per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo e in formazione.

Box

La piattaforma Smart Packaging Hub in cifre

  • 400 milioni di euro fatturato annuo
  • 1.200 macchine consegnate all’anno
  • 2.000 collaboratori
  • 90% export medio annuale
  • 5,4% del fatturato annuo investito nelle attività di R&D activities
  • 2,1% del fatturato annuo investito nelle iniziative di formazione.

4. I punti di forza dello Smart Packaging Hub

Nello Smart Packaging Hub i visitatori possono mettere a fuoco spunti e soluzioni che vanno oltre la logica di “un impianto chiavi in mano da un unico fornitore”. Qui, al contrario, trovano tecnologie innovative messe a disposizione diverse aziende che mettono a fattor comune la forza e le competenze specifiche del loro core business in alcune delle più importanti nicchie applicative della filiera del packaging per il food & beverage.

Chi entra nello Smart Packaging Hub:

  • accede a un’unica piattaforma di innovazione tecnologica altamente flessibile, senza dover però scendere al compromesso del “fornitore unico” o della “linea standard”;
  • trova il meglio delle competenze di sette aziende per lo sviluppo di soluzioni automatizzate specifiche, per soddisfare alcune esigenze specifiche nella filiera del packaging alimentare e delle bevande, ottenendo il massimo in termini di flessibilità nell’engineering e nella configurazione di macchina;
  • fruisce di una piattaforma dove può confrontarsi con alcuni dei migliori esperti nell’ingegnerizzazione e nella costruzione di macchine automatiche che mettono a sistema le loro specifiche esperienze e competenze.

Lo Smart Packaging Hub è un punto di incontro per eccellenza dove l’utilizzatore finale può beneficiare anche di una connotazione tecnologica “Made in Italy”. Una connotazione che si esprime soprattutto nella massima flessibilità di personalizzazione degli impianti automatizzati. Nell’Hub, infatti, i visitatori scoprono anche come adattare i loro impianti al meglio a ogni necessità futura, in termini di componentistica a bordo macchina, ma anche di programmazione, diagnostica e operatività di macchina.  

L’utilizzatore finale trova nello Smart Packaging Hub la massima empatia di sei aziende specializzate che sanno leggere e interpretare le sue principali esigenze di business.

5. Smart Packaging Hub: un supporto per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione

Triplice è dunque il supporto offerto nella piattaforma virtuale dello Smart Packaging Hub. La piattaforma può sostenere gli end-user del comparto food & beverage concretamente: qui saranno accompagnati in percorsi di innovazione tecnologica, digitalizzazione, adozione delle linee guida dell’Industria 4.0 e nella localizzazione globale delle loro proposte.

La piattaforma Smart Packaging Hub mette a disposizione un ambiente fertile per l’innovazione tecnologica, anche in virtù degli investimenti annui nelle attività di R&D da parte delle sette aziende che ne fanno parte: si fa innovazione ai massimi livelli, declinandola alle esigenze di ogni produttore, per singolo task o lavorazione di linea, nella massima ottimizzazione dei tempi e dei costi.

Nello Smart Packaging Hub si entra in contatto con un approccio completamente orientato alla digitalizzazione e all’Industria 4.0. Anche nel comparto del packaging, infatti, Industria 4.0 e digitale sono aspetti non più trascurabili per chi utilizza o costruisce sistemi automatici per l’imballaggio alimentare e delle bevande. Nell’Hub si può trovare il miglior supporto per la virtualizzazione dei processi, anche grazie all’utilizzo di modelli virtuali (Digital twin) delle macchine. Si fa esperienza di soluzioni di robotica avanzata, strategie di iperconnettività e ipersensorizzazione di macchine o intere linee, come massima espressione dell’IIoT (Industrial Internet of Things).

Si fa esperienza di soluzioni di robotica avanzata, strategie di iperconnettività e ipersensorizzazione di macchine o intere linee, come massima espressione dell’IIoT (Industrial Internet of Things). Infine, si scopre come applicare eventuali algoritmi di IA (Intelligenza Artificiale) o software di Analytics per raccogliere, elaborare e gestire al meglio la gran quantità di dati generati dalle macchine, ottimizzando le performance energetiche e produttive dei processi o introducendo sul mercato nuove tipologie di servizi e, quindi, nuovi business model.

Infine, entrando in questo Hub, l’end-user trova la migliore offerta di servizi per un’assistenza post-vendita globale, erogata attraverso personale skillato e multilingua, in ogni area geografica del globo.  

La piattaforma sarà attiva il 31 marzo – registrati qui:

smartpackaginghub.com

Articoli Correlati

Una ventata di novita per il Beverage e le Mineral waters

Si chiama SIMPL-CUT™ ed è la rivoluzione tecnologica di P.E. Labellers che sta cambiando le regole dell’etichettatura Simpl-Cut™ rappresenta una rivoluzione tecnologica nel mondo delle macchine tradizionali Roll-fed. Cambia i suoi principi di funzionamento e supera i limiti che tipicamente hanno queste etichettatrici. Si tratta di una macchina rotativa a bobina per l’applicazione di etichette

DMC: Costruzione di macchine etichettatrici

L’ Azienda DMC nasce nel 2001 e per i primi anni l’attività principale è stata rappresentata dalle lavorazioni meccaniche conto terzi, poi è stata creata la divisione Labeling, dedicata alla progettazione e costruzione di macchine etichettatrici per i settori food e beverage. Tutte le macchine si caratterizzano per un innovativo sistema di etichettatura basato sull’utilizzo

La carta per etichette ad alte prestazioni offre risultati convincenti per numerose applicazioni

www.sappi.com Sappi espande il proprio assortimento di prodotti per etichette in carta con Parade Label SG dal suo sito di Gratkorn Sappi, produttore di numerose carte speciali e per imballaggi per un’ampia gamma di applicazioni, sta lanciando Parade Label SG, una carta per etichette monopatinata che eccelle in termini di proprietà come la stampabilità, l’opacità