Schott: Sistemi Farmaceutici

Contenitori intelligenti SCHOTT: l’ingresso in una nuova era nella produzione farmaceutica digitalizzata

Alla luce della crescente necessità di innovazioni e digitalizzazione del packaging farmaceutico, il gruppo tecnologico internazionale SCHOTT sta introducendo Smart Containers. Il concetto consente all’industria 4.0 deii produttori farmaceutici di sfruttare la potenza della visione artificiale e dell’analisi dei big data sulle linee di riempimento farmaceutiche.

Ogni SCHOTT Smart Container è contrassegnato al laser con un identificatore univoco per creare una tracciabilità senza precedenti durante tutto il processo di produzione. La tecnologia può essere utilizzata per migliorare la gestione degli scarti e l’eliminazione delle linee. Altre applicazioni includono la riduzione del rischio di confusione, l’ottimizzazione dei processi di liofilizzazione e il supporto di richiami mirati basati su container.

L’identificatore univoco è posizionato nella parte inferiore della fiala per eliminare la necessità di ruotare il contenitore o installare più telecamere.

“Gli Smart Containers di SCHOTT consentono il controllo sull’imballaggio farmaceutico al livello più granulare disponibile: la singola unità”, ha affermato Diana Löber, Global Product Manager Vials di SCHOTT. “Stiamo aprendo una nuova era nella produzione farmaceutica digitalizzata verso il rilascio in tempo reale e sfruttando gli ultimi sviluppi nella visione artificiale e nella scienza dei dati”.

Ogni Smart Container è contrassegnato da un codice a matrice di dati che può essere piccolo come 1 x 1 mm, che equivale a 14 x 14 punti. Sviluppato secondo ISO / IEC 16022, il codice numerico o alfanumerico leggibile dalla macchina contiene 16 o 24 cifre, che portano a sestilioni di possibili numeri univoci individuali. Per le fiale, l’identificatore univoco è posizionato nella parte inferiore, eliminando così la necessità di ruotare il contenitore o installare più telecamere, come sarebbe il caso se il codice fosse posizionato sul corpo della fiala.

Il codice rimane stabile durante l’intero processo di riempimento e finitura compreso il lavaggio, la sterilizzazione in autoclave e la depirogenazione fino a una temperatura di 600 ° C. Resiste all’abrasione ed evita il rischio di contaminazione da particelle, un vantaggio fondamentale rispetto alle soluzioni che richiedono sostanze aggiuntive per l’applicazione del codice.

Inoltre, a differenza delle tecnologie laser per incisione, il codice data matrix di Smart Container viene applicato tramite fusione per mantenere la resistenza del vetro.

Collegando inestricabilmente il codice al contenitore nella prima fase possibile all’interno dell’intera catena del valore, il concetto offre un vantaggio rispetto ai sistemi in cui il codice viene allegato o aderito in una fase successiva.

Per approfondire le possibili applicazioni degli SCHOTT Smart Containers o per scoprire come SCHOTT sta contribuendo ad alimentare l’evoluzione dell’industria farmaceutica verso l’industria 4.0:

SCARICA QUI COPIA GRATUITA DI PACKAGING INTERNATIONAL 1-2022

Articoli Correlati

SONDAGGIO All4Pack Emballage Paris

l’evoluzione dei materiali per imballaggi dal punto di vista degli operatori Salone internazionale precursore per tutte le soluzioni di packaging sostenibile e dell’intralogistica, ALL4PACK vuole essere una fonte d’ispirazione per supportare tutti gli attori del settore di fronte alle sfide presenti e future. In questa prospettiva, il salone si contraddistingue decodificando le evoluzioni del mercato

Maspe diventa CARTESIO Packaging, Gruppo Cavanna

Il gruppo di Prato Sesia NO, leader nelle soluzioni chiavi in mano di packaging primario e secondario, ha definito nei giorni scorsi l’affitto d’azienda della Maspe SpA di Pianezza TO. L’operazione è stata portata a termine tramite la newco CARTESIO Packaging Srl, 100% partecipata del Gruppo Cavanna, nome che dal 2005 caratterizza la Divisione Cartoning

La FLESSIBILITÀ rende liberi,
e migliora la PRODUTTIVITÀ

Flessibilità, uno dei concetti più ambiti e perseguiti dalle aziende soprattutto in ambito di tecnologia industriale. In realtà è uno degli aspetti fondamentali in qualsiasi settore e caratterizza fortemente l’imprinting della cultura industriale italiana, in ogni sua declinazione. Un esempio significativo lo troviamo nell’approccio che le sei aziende dello Smart Packaging Hub hanno nel progettare