ACMA a ProSweets: flessibilità e sostenibilità in risposta alle richieste del Confectionery

www.acma.it

ACMA, azienda Coesia, prenderà parte all’edizione 2022 di ProSweets forte di un know-how unico al mondo, che affonda le radici negli anni ’20 del ‘900. Il filo conduttore dell’innovazione non si è mai interrotto e ha portato l’azienda ad attraversare i decenni presentando soluzioni sempre all’avanguardia che, oggi come ieri, la connotano come partner esperto per soddisfare le esigenze del mercato Confectionery. Le sfide del settore sono infatti innumerevoli, con una richiesta di fogge sempre nuove e una rinnovata attenzione alla sostenibilità.

Un mercato solido e in rapida crescitaIl Confectionery è un mercato florido che esprime un tasso medio di crescita del 3,8% nel periodo tra il 2020 e il 2025, anno in cui si prevede raggiunga  i quasi 2.000 miliardi di dollari di valore rispetto ai 1700 del 2019 (fonte: Market Study Report). Il settore è riuscito a rispondere efficacemente alle sfide della pandemia che non ha impattato particolarmente sulle vendite, ma ha contribuito a modificare leggermente i trend di acquisto, con una ripresa delle confezioni multi-pacchetto rispetto ai formati singoli, dettata dalla maggior convenienza economica delle prime. La pandemia ha inoltre portato un boom negli acquisti online.

Il Confectionery oggi è un mercato molto attento alle tematiche che ruotano attorno alla sostenibilità. La parte più giovane dei consumatori è molto sensibile a questa tematica e spinge le aziende a ripensare i propri prodotti in questa direzione. La sostenibilità è intesa non soltanto come basso impatto della filiera sull’ecosistema, ma anche sotto al profilo etico: sempre più consumatori mostrano infatti interesse a tematiche quali la provenienza e le condizioni di produzione delle materie prime.

La risposta di ACMA al tema della sostenibilitàIl trend mondiale va verso la riduzione dei materiali a base plastica o multistrato, che oggi vengono ampiamente impiegati nel settore degli imballaggi. Attualmente, infatti, i packaging che usano la plastica rappresentano l’80% di tutti i prodotti in barretta venduti in ambito globale, mentre quelli confezionati in carta, maggiormente riciclabili e sostenibili, rappresentano soltanto il 16%. ACMA sta compiendo ampi sforzi per dare una risposta efficace a questa domanda, compiendo numerosi test, in partnership con alcuni dei più importanti brand del settore, per verificare il comportamento dei materiali sostenibili sia per incarti di tipo flowpack sia per il wrapping, utilizzati nel settore Confectionery.

Tali test vengono svolti all’interno di un laboratorio di ricerca dedicato e vedono l’impiego dei materiali più innovativi sotto il punto di vista della sostenibilità, tra cui quelli a base di carta. La sfida è quella di superare i limiti strutturali di tali materiali che possono danneggiarsi durante l’incarto, per esempio durante la fase di chiusura del formato “doppio fiocco”. Lo scopo finale è quello di mantenere elevata la qualità dell’incarto, vero e proprio marchio di fabbrica di ACMA, dando al cliente la possibilità di impiegare soluzioni a ridotto impatto ambientale e garantendo le elevate performance del parco macchine installato.

Offrire un’esperienza: il caso di Ecoshell
In ambito Confectionery, le confezioni da un lato devono avere caratteristiche in termini di praticità (devono essere facili da aprire e – nel caso, per esempio, di prodotti quali le gomme da masticare – richiudere, devono garantire un’elevata shelf life, adeguate doti di robustezza e offrire un facile sistema di dosaggio del prodotto) e dall’altro, devono aiutare l’azienda a veicolare messaggi e, in generale, l’immagine del brand, tenendo in considerazione che lo stile nel settore Confectionery è tipicamente fantasioso e colorato.

La risposta data da ACMA a queste esigenze, oltre ai package Flip Top e Zip Top, si chiama “Ecoshell”: una confezione paper based, caratterizzata da un design innovativo che consente, attraverso una soluzione esteticamente ricercata e brevettata, di poter godere di un dosaggio ottimale del prodotto e di una grande praticità di utilizzo. La nuova tecnologia messa a punto da ACMA per la realizzazione della confezione permette di ottenere con efficienza forme comunemente non realizzabili, garantendo originalità nell’aspetto e una grande flessibilità, consentendo così al cliente ampie possibilità in termini di personalizzazione. Ecoshell è infatti scalabile in dimensioni e proporzioni, si adatta a diversi scopi commerciali, a seconda della tipologia di prodotto che deve essere confezionato.

Le tecnologie in mostra a ProSweets:

Multistile per incarti di qualità: CW 600 F
CW 600 F sarà una delle macchine in mostra a Colonia: si tratta di un’unità a movimenti alternati per il confezionamento multi-stile di prodotti quali cioccolatini e caramelle a base piana, pensata per andare incontro alle specifiche esigenze di quei mercati che richiedono soluzioni fino a 600 colpi al minuto, contraddistinte da elevata flessibilità, qualità d’incarto e facilità di utilizzo. La macchina può realizzare fogge quali doppio fiocco, boero, twist on side, bunch, portafoglio e portafoglio con fascetta, consentendo di eseguire uno svolgimento indipendente delle bobine e assicurando una confezione perfetta anche nel caso di prodotti con incarti interni ed esterni di differenti dimensioni. ACMA sta inoltre lavorando all’implementazione di altri stili di incarto, tra cui l’“envelope” e il “protected double twist”, versione maggiormente protetta dell’omonimo formato. Il layout compatto le consente inoltre di integrarsi perfettamente all’interno di ambienti produttivi diversificati, mentre la costruzione a sbalzo e l’impiego di motori brushless ne semplificano le attività di conduzione, manutenzione e pulizia. Completa l’offerta la possibilità di lavorare con tutti i principali materiali d’incarto.

Un’interfaccia uomo-macchina ancora più sviluppata: Optimate

ACMA presenterà a Prosweets il pannello operatore Optimate (Web HMI) nella versione “premium”, installato sulla sua CW 800 (una delle macchine esposte in fiera, assieme a CW 600 F). In questa nuova versione Optimate differisce dalla base per differenti fattori, tra i quali si evidenziano evolute modalità in termini di manutenzione preventiva della macchina e di cambio formato. Quest’ultimo avviene infatti in maniera guidata, in modo da risultare quanto più possibile veloce e ridurre i tempi di fermo della linea. Restano invariate le caratteristiche di base, che rendono Optimate intuitivo e user friendly in tutte le operazioni, dalla quotidiana conduzione della macchina fino alle operazioni di manutenzione. Optimate permette infine un intervento in tempo reale (Advanced Remote Assistance) da parte del team di esperti di ACMA per eseguire diagnostica e la risoluzione veloce dei problemi.

www.acma.it

Articoli Correlati

SONDAGGIO All4Pack Emballage Paris

l’evoluzione dei materiali per imballaggi dal punto di vista degli operatori Salone internazionale precursore per tutte le soluzioni di packaging sostenibile e dell’intralogistica, ALL4PACK vuole essere una fonte d’ispirazione per supportare tutti gli attori del settore di fronte alle sfide presenti e future. In questa prospettiva, il salone si contraddistingue decodificando le evoluzioni del mercato

BIOGEST SRL: Analisi dei contenitori e del packaging per Alimenti

 Il mondo degli imballaggi destinati a contatto alimentare, è sicuramente uno dei settori in continua evoluzione, sia in campo normativo che tecnologico.  Tutte le aziende che producono e/o utilizzano imballaggi per alimenti affrontano ogni giorno svariate problematiche.  Tutti i materiali che entrano in contatto con alimenti, dagli imballaggi dei produttori a stoviglie, posate, vetri, ceramiche