QUANTA PROPRIETÀINTELLETTUALE C’È NEL PACKAGE?

A cura di Antonio Di Bernardo

Per i non addetti ai lavori, il package di un prodotto può sembrare un oggetto necessario solo a contenere e proteggerne un altro. Chi lavora nel settore sa, invece, che dietro ogni contenitore c’è molto lavoro e, conseguentemente, molta proprietà industriale.

Prendiamo un package semplice: una scatola. Dietro ogni piega di una scatola c’è un progetto volto a garantire la protezione del contenuto, la facilità di chiusura o di apertura della scatola e tanto altro. Nelle confezioni per le bottiglie, il cartone è piegato per accogliere e mantenere ferme, durante il trasporto, due o più bottiglie.

Pensiamo alle scatole degli hamburger che ogni fast food utilizza a centinaia: devono essere impilabili, occupare poco spazio ma rigide abbastanza per tutelare il panino all’interno.

Chi progetta nuove scatole per rispondere a nuove richieste del mercato spesso inventa nuove soluzioni degne di essere brevettate. E lo stesso vale per tutti gli altri tipi di packaging, dalle bottiglie per i profumi, alle lattine.

Negli ultimi anni l’andamento dei depositi di brevetti nella classe B65D, relativa ai packaging di prodotto ha avuto una crescita esponenziale, raggiungendo nel 2020 la cifra di 110.860 domande di brevetto.

Il grafico mostra l’andamento dei depositi (i dati del 2021 e 2022 sono parziali poiché i brevetti restano normalmente segreti per 18 mesi).

Sappiamo però che spesso non basta realizzare un package solido e funzionale per trovare spazio sul mercato. Chi progetta nuovi package deve anche trovare soluzioni estetiche che rendano appetibile il prodotto al consumatore finale.

Se è vero che l’abito non fa il monaco, è anche vero che l’abito dice tanto di chi lo indossa!

Così chi progetta un package deve stare attento agli elementi estetici che lo rendono unico ed attraente. Questi aspetti vengono protetti con il Design, altra forma di tutela della proprietà industriale.

La tutela del design può essere utile per proteggere una soluzione non tutelabile come brevetto.

Spesso mi è capitato di aiutare clienti frustrati dal fatto di vedere i propri progetti copiati da terzi cui erano stati proposti. Il design può essere efficace in questi casi: si registra velocemente anche dopo che sia stato presentato sul mercato purché entro un anno dalla presentazione.

Il design si applica anche alle soluzioni estetiche apparentemente più semplici. Per fare un esempio, la banca dati DesignView indica che ad oggi sono in vita ben 883 design dell’unione Europea relativi a blister.

Se poi il package è particolarmente identificante, lo stesso può anche essere registrato come marchio tridimensionale; esatto, un marchio!

Dietro un package c’è tantissimo lavoro che si può e si deve proteggere, perché la proprietà industriale è un asset aziendale che va tutelato e valorizzato. I diritti di proprietà industriale non solo possono essere ceduti, trasferiti e dati in pegno, ma permettono alle aziende di accedere anche ai benefici fiscali previsti dalla normativa italiana.

Articoli Correlati

BEST PACKAGING 2024: PROCLAMATI I VINCITORI

Lo spazio Archivolto a Milano, nella mattinata odierna, ha ospitato la cerimonia di premiazione dei 10 Best packaging del 2024. A presentare l’evento la conduttrice Natasha Stefanenko, che ha intervistato, in apertura, La presidente dell’Istituto Italiano Imballaggio Alessandra Fazio, la neo direttrice di Conai Simona Fontana, l’amministratore delegato di Ipack-Ima Simone Castelli e il presidente

Soluzioni di film riciclabili per buste stand-up con beccucci

Le buste stand-up con beccucci sono pratiche, stabili, richiudibili e adatte per alimenti liquidi o pastosi come le puree di frutta. Per la produzione interna di buste, SÜDPACK offre ora una soluzione di film certificata riciclabile che è adatta anche per il riempimento a caldo e la pastorizzazione. Ad Anuga FoodTec allo stand B-028 nella

Si e’ chiusa l'edizione 2024 di Cosmoprof Worldwide Bologna 2024 con 248.500 visitatori da 150 paesi

Il prossimo appuntamento per la community di Cosmoprof Worldwide Bologna è dal 20 al 23 marzo 2025. Si è chiusa con risultati eccellenti la 55a edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna. 3.012 gli espositori presenti da 69 paesi, il 4% in più rispetto allo scorso anno. 248.500 operatori sono arrivati a Bologna da 150 paesi. In